HOME > Aree Terapeutiche > Gastroenterologia > Colite Ulcerosa
 

Autorizzo al trattamento dei miei dati personali ai sensi del D.L. 30 giugno 2003 n. 196
Campo email obbligatorio
Invalid email
Email Sent
Autorizzo al trattamento dei miei dati personali ai sensi del D.L. 30 giugno 2003 n. 196
Colite Ulcerosa

La Colite Ulcerosa rappresenta la forma più frequente delle tre, nell’Europa occidentale e negli USA l’incidenza è di circa  6-8 casi\100.000 abitanti l’anno, con una prevalenza di circa 70-150 casi\100.000 abitanti. Anche se il picco di esordio è tra i 15-35 anni casi sono segnalati in ogni decennio di vita; inoltre è presente una incidenza familiare nel 2-5% dei soggetti.

Dal punto di vista clinico la malattia si presenta caratteristicamente con la comparsa di sintomi come diarrea ematica con muco, dolore addominale con febbre e calo ponderale.

È una malattia infiammatoria cronica che interessa la superficie interna dell’intestino, ma la malattia tende ad interessare, oltre la mucosa, dove ha prevalente carattere essudativo e necrotico-purulento, anche gli strati sottostanti.

La malattia colpisce essenzialmente il colon, l’estensione può variare; l’infiammazione interessa sempre la mucosa rettale e per contiguità può colpire anche altri segmenti fino ad estendersi anche a tutto il colon ma non oltre; in base all’estensione  del processo patologico possiamo definire le seguenti entità: proctiti, proctosigmoiditi, coliti sinistre e pancolite.

ALTRE PATOLOGIE