SPIROTRAIN, la campagna di informazione e prevenzione di Chiesi sulla BPCO

HOME > Articoli > SPIROTRAIN, la...
 

Autorizzo al trattamento dei miei dati personali ai sensi del D.L. 30 giugno 2003 n. 196
Campo email obbligatorio
Invalid email
Email Sent
Autorizzo al trattamento dei miei dati personali ai sensi del D.L. 30 giugno 2003 n. 196
Data: 16/11/2018
  • Chiesi Italia lancia la campagna Spirotrain per la Giornata mondiale della BPCO
  • Il 21 novembre la prevenzione della BPCO corre sui treni Frecciarossa
  • BPCO: si stima che entro il 2020 sarà la terza causa di morte nel mondo

 

Parma, 15 novembre - Non perdere il Treno del respiro! Con questo slogan il 21 novembre prossimo parte Spirotrain – la prevenzione del respiro corre veloce, l’originale campagna di sensibilizzazione sanitaria sulla salute del respiro voluta da Chiesi Italia, la filiale italiana del Gruppo Chiesi, in occasione della Giornata mondiale della BPCO (broncopneumopatia cronica ostruttiva). L’iniziativa, che “parte” nel vero senso della parola, coinvolgerà infatti le persone in partenza con i Frecciarossa di Trenitalia coinvolti, che per l’occasione ospiteranno medici pneumologi. Gli specialisti daranno opportune informazioni ai passeggeri che si recheranno nella carrozza Executive dedicata, offrendo loro l’opportunità di effettuare un test spirometrico approfittando del tempo del viaggio.

 

La BPCO è una malattia progressiva e insidiosa in quanto inizialmente pressoché priva di sintomi; è già la quarta causa di morte negli Stati Uniti e in Europa, e numerosi studi prevedono possa diventare entro il 2020 la terza causa di morte a livello mondiale. Di contro, la conoscenza di questa malattia in particolare, e della salute del respiro in generale, è ancora molto poco diffusa fra la popolazione.  Moltissimo si può ancora fare per sensibilizzare sulla prevenzione delle malattie del respiro, soprattutto della BPCO: non solo per evitarla, ma anche per informare sulla corretta gestione della patologia per rallentarne sensibilmente l’evoluzione.

 

L’originale formula di Spirotrain consentirà di informare i passeggeri, con documentazione divulgativa su cosa è la BPCO, come prevenirla e come gestirla, oltre che di fornire utili consigli grazie alla presenza di specialisti pneumologi. Cosa più importante, offrirà loro un servizio fondamentale: la spirometria. Si tratta del test d’elezione per le patologie respiratorie ed è comunemente utilizzata anche per valutare le capacità respiratorie degli atleti, semplice da eseguire (è sufficiente soffiare forte in un boccaglio per circa 6 secondi ed il test è fatto) ed estremamente affidabile, se svolta in maniera corretta. Ai passeggeri verrà inoltre fornita, con la documentazione illustrativa, la “strisciata” del proprio test: se lo riterranno opportuno, o dietro consiglio del medico a bordo, questa sarà un punto di riferimento per una visita di approfondimento, dallo pneumologo o dal medico di famiglia.

 

“Chiesi da sempre contribuisce all’innovazione scientifica del nostro Paese grazie al suo impegno nella ricerca e sviluppo di soluzioni terapeutiche volte a migliore la qualità di vita dei pazienti’’ dichiara Raffaello Innocenti, Direttore Generale di Chiesi Italia, la filiale italiana del Gruppo Chiesi. ‘Per questo non potevamo mancare a questo importante appuntamento nel quale, forti della nostra esperienza nell’area respiratoria, abbiamo colto l’occasione per mettere a disposizione delle persone gli strumenti per conoscere la patologia e per fare i primi passi nella prevenzione”.

 

 

SPIROTRAIN

Chi si troverà in viaggio sui quattro Frecciarossa dedicati, il 21 novembre fra Milano e Napoli, potrà partecipare a Spirotrain e, sicuramente, guadagnarci in termini di salute del proprio respiro: per conoscere orari dei treni e approfondire l’argomento, il sito è www.chiesi.it/spirotrain.

Nelle stazioni di Milano e di Napoli saranno presenti anche gli stand informativi della campagna Spirotrain. L’iniziativa di Chiesi Italia vede l’egida delle Società scientifiche pneumologiche AIPO – Associazione Italiana Pneumologi Ospedalieri - e SIP – Società Italiana Pneumologi -, il patrocinio della Onlus FareRete e il supporto tecnico di MIR - Medical International Research.