Trattamento ipertensione arteriosa polmonare | Chiesi Italia S.p.A.

Chiesi acquisisce il pionieristico portafoglio di anticorpi monoclonali terapeutici contro EMAP II come potenziale trattamento per l’ipertensione arteriosa polmonare

HOME > Articoli > Chiesi acquisisce...
 
as.png am.png axl.png
print.png
print.png

Autorizzo al trattamento dei miei dati personali ai sensi del D.L. 30 giugno 2003 n. 196
Campo email obbligatorio
Invalid email
Email Sent
Autorizzo al trattamento dei miei dati personali ai sensi del D.L. 30 giugno 2003 n. 196
Data: 02/05/2022

COMUNICATO STAMPA

  • Il nuovo investimento farà progredire il potenziale trattamento dell'ipertensione arteriosa polmonare (PAH), una condizione rara che causa elevata pressione sanguigna, il rimodellamento delle arterie polmonari e che può portare a insufficienza cardiaca.
  • I medicinali attualmente approvati vanno principalmente a contrastare i sintomi di questa rara patologia. Questo approccio innovativo affronterà nuovi target con l'obiettivo di contrastare le cause sottostanti la malattia.

 

Parma, Italia e Cleveland, OH, USA, 2 maggio 2022 - Chiesi Farmaceutici S.p.A. (Gruppo Chiesi), gruppo farmaceutico internazionale orientato alla ricerca, ha annunciato oggi di aver concluso un accordo con Allinaire Therapeutic, LLC, società costituita da BioMotiv, per acquisire i diritti a livello mondiale di un portafoglio di anticorpi monoclonali terapeutici (mAb) contro il polipeptide II attivatore dei monociti endoteliali (EMAP II) per il potenziale trattamento dell’ipertensione arteriosa polmonare (PAH).

 

EMAP II è una citochina non classica che ha un impatto sull’apoptosi, sul danneggiamento cellulare, sulla funzione delle cellule endoteliali e sull’infiammazione. Sulla base del lavoro pionieristico degli scienziati Matthias Clauss, PhD, e Irina Petrache, MD, e dei loro colleghi presso l'Indiana University e il National Jewish Health, Allinaire e la rete di scienziati preclinici e clinici con cui collabora hanno dimostrato il ruolo patogenico cruciale di EMAP II nelle patologie cardiopolmonari, compresa la PAH, nella broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO) e nel danno polmonare acuto conseguente a infezioni virali[1],[2]. Hanno sviluppato anticorpi monoclonali terapeutici anti-EMAP II che vengono attualmente testati nelle prime fasi, come potenziale trattamento in grado di modificare il decorso della PAH, e sono l’oggetto di questa partnership.

 

La PAH è una malattia rara con un’incidenza di 2-5 adulti per milione di persone[3]. È un disordine progressivo caratterizzato da elevata pressione sanguigna nelle arterie polmonari che può portare a insufficienza cardiaca. I medicinali attualmente approvati vanno principalmente a contrastare i sintomi di questa rara patologia e vi è un bisogno medico insoddisfatto di approcci innovativi che possano ritardare, o persino invertire, la progressione della malattia.

 

“Questo accordo è l’ulteriore dimostrazione dell'impegno di Chiesi nel ricercare trattamenti innovativi per condizioni con un elevato bisogno medico insoddisfatto, come la PAH”, ha commentato Thomas Eichholtz, Head of Global R&D del Gruppo Chiesi. “Siamo convinti che gli anticorpi monoclonali terapeutici anti-EMAP II rappresentino un innovativo e promettente approccio per il trattamento e il rallentamento della progressione della malattia nei pazienti affetti da PAH. La partnership con Allinaire è l'ulteriore dimostrazione del focus di Chiesi sull'innovazione e del desiderio di accelerare il nostro ingresso nel segmento dei farmaci biologici e, pertanto, di diversificare le nostre piattaforme terapeutiche”.

 

Come afferma il CEO e CSO di Allinaire Douglas W.P. Hay “abbiamo compiuto progressi eccellenti in Allinaire con il nostro programma di anticorpi monoclonali terapeutici anti-EMAP II, collaborando con un team multidisciplinare di esperti in scienze, biologia e terapeutica delle patologie cardiopolmonari causate da EMAP II. Siamo estremamente entusiasti di questa partnership con Chiesi, una società farmaceutica globale di primaria importanza con una reputazione di lunga data e una storia di successo in quest'area terapeutica, finalizzata a far progredire questa innovativa classe di medicinali”.

 

Allinaire riceverà un pagamento iniziale e tranches future in corrispondenza di ogni stadio di avanzamento e royalties sulle vendite nette.

 

L’accordo con Allinaire fa seguito al recente investimento da 85 milioni di euro effettuato da Chiesi per la costruzione del Biotech Center of Excellence Plant di Parma, dedicato allo sviluppo, alla produzione e alla distribuzione di farmaci biologici. Negli ultimi anni il gruppo ha intrapreso anche una serie di nuove partnership strategiche con partner esterni, tra cui Moderna e Cyclica, per rafforzare il proprio focus sulle biotecnologie.

 

Lo sviluppo di farmaci biologici è continuato ad aumentare nel corso degli ultimi dieci anni. Sul mercato globale, il settore è cresciuto a un tasso annuo superiore al 12% negli ultimi trent’anni e raddoppierà entro il 2030.

 

 

Il Gruppo Chiesi

Con sede a Parma, in Italia, Chiesi è un gruppo farmaceutico internazionale orientato alla ricerca con oltre 85 anni di esperienza, presente in 30 Paesi, impiega oltre 6.000 persone (Gruppo Chiesi). Per realizzare la propria missione di migliorare la qualità di vita delle persone agendo in maniera responsabile verso la società e l’ambiente, il Gruppo ricerca, sviluppa e commercializza farmaci innovativi in tre aree specifiche: AIR (prodotti e servizi in ambito respiratorio, dai neonati agli adulti), RARE (soluzioni innovative e servizi personalizzati per migliorare la qualità di vita dei pazienti con malattie rare e ultra-rare) e CARE (prodotti e servizi a supporto delle cure specialistiche e per la cura e il benessere della persona). La Ricerca e Sviluppo del Gruppo ha sede a Parma e si integra con altri sei importanti centri di ricerca in Francia, Stati Uniti, Canada, Cina, Regno Unito e Svezia, per promuovere i propri programmi preclinici, clinici e regolatori. Chiesi è dal 2019 il più grande gruppo farmaceutico al mondo certificato B Corp. Chiesi ha, inoltre, modificato nel 2018 il proprio status legale in Società Benefit in Italia e negli Stati Uniti (Benefit Corporation) e più recentemente in Francia (Société à Mission), inserendo nel suo statuto obiettivi di beneficio comune, per generare valore per il proprio business, la società e l’ambiente. Le B Corp sono realtà leader globali impegnate ad usare il business come forza positiva. Inoltre, in qualità di Società Benefit, Chiesi Farmaceutici S.p.A. è tenuta per legge ad inserire nel proprio statuto obiettivi di beneficio comune e a rendicontare annualmente in maniera trasparente. Il Gruppo si è assunto l’impegno di raggiungere la neutralità carbonica entro la fine del 2035.

 

Per ulteriori informazioni: www.chiesi.com

 

Allinaire

Allinaire è stata costituita nel 2016 da BioMotiv (www.biomotiv.com; ora è gestita da Advent Life Sciences, www.adventls.com), con la tecnologia concessa in licenza da Indiana University.  Informazioni aggiuntive su Allinaire sono disponibili all'indirizzo https://www.allinaire.com.

 

Contatti per la stampa:

 

Gruppo Chiesi

Alessio Pappagallo

Press Office Manager

Tel.: +39 339 589483

E-mail: a.pappagallo@chiesi.com  

 

[1] Dati Allinaire non pubblicati.

[2] Clauss M, et al. Lung endothelial monocyte-activating protein 2 is a mediator of cigarette smoke-induced emphysema in mice. J. Clin. Invest., 2011; 121: 2470-2479.

[3] Hoeper MM, et al.  Review.  A global view of pulmonary hypertension. The Lancet, Respir. Med., 2016; 4(4): 306-322.